BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

OXENFREE/ Esce il gioco per Playstation 4 (oggi 31 maggio 2016)

Pubblicazione:

(InfoPhoto)  (InfoPhoto)

OXENFREE, ESCE OGGI IL GIOCO PER PLAYSTATION 4 (OGGI, 31 MAGGIO 2016) - Uscito a gennaio per PC e Xbox One, ottenendo subito ottimi riscontri da parte di critica specializzata e utenti, Oxenfree si prepara al debutto su Playstation 4, oggi, martedì 31 maggio, con una versione più ricca che aggiornerà anche quelle sulle altre piattaforme di gioco introducendo nuovi dialoghi, locations e un proseguimento della storia che porterà a finali alternativi. Il titolo di Night School Studio sfugge alle facili etichettature di genere, ma potremmo descriverlo come un ibrido tra avventura grafica e walking simulator, che mescola sapientemente teen drama e horror story anni ’80, aggiungendo anche un pizzico di "Lost". Restando in ambito videoludico, sicuramente Oxenfree sarà apprezzato da chi ha amato giochi come "The Walking Dead" e "Life is Strange". 

OXENFREE, ESCE OGGI IL GIOCO PER PLAYSTATION 4 – COME FUNZIONA (OGGI, 31 MAGGIO 2016) - Oxenfree narra la storia di un gruppo di cinque amici che si dirige verso un'isola abbandonata per un party notturno, pensato per celebrare l’imminente fine dell’anno scolastico. La protagonista principale è Alex, una ragazza vivace e simpatica, reduce tuttavia da un lutto che ne ha segnato l’esistenza. Con lei ci sono il fratellastro Jonas, l'amico Ren e altre due teenager dal carattere opposto, la schietta e cinica Clarissa e la timida e introversa Nona. Senza svelare troppo della trama possiamo dire che quella che doveva essere una notte di divertimento cambia radicalmente prospettiva quando viene involontariamente attivato nei pressi di una caverna un portale verso un’altra dimensione. L'elemento paranormale è il grimaldello che permette di accedere ad un racconto dove protagonisti sono i rapporti umani in una sorta di rito di sofferto passaggio alla maturità e spetta alle nostre scelte di giocatori indirizzarlo in un modo piuttosto che un altro. Non avremo mai a che fare con boss da sconfiggere o complicati puzzle, ma dovremo fare i conti due elementi fondamentali: la radio e soprattutto i dialoghi. La prima ci accompagnerà per tutto il gioco e premendo l'apposito tasto sarà possibile sintonizzarla e captare trasmissioni in grado di rivelare ricordi e segreti legati all’isola, oltre che utilizzarla per comunicare con le "presenze".

Il sistema dei dialoghi è invece il vero fulcro e fiore all’occhiello dell’opera. E’ attraverso esso infatti che la vicenda si dipana e lo fa in maniera molto fluida, contando su una buona sceneggiatura. Spostandoci nei vari luoghi compariranno diversi baloon a tema e nei panni di Alex avremo a disposizione spesso solo pochi secondi per selezionare quello che riteniamo il più adatto, cosa che potrebbe costituire un problema per alcuni utenti italiani. Il titolo infatti offre i sottotitoli solo in inglese e a volte le scritte sullo schermo si sovrappongono in maniera piuttosto veloce, rendendo difficile la piena comprensione a chi non mastica bene la lingua d’Albione. Per quel che riguarda la parte grafica, pur non brillando per numero di poligoni utilizzati, il lavoro di Night School Studio si distingue per lo stile, con effetti suggestivi come la grana da VHS e un pastello di colori "hipster" venato di malinconia. La longevità non è elevatissima (siamo sulle cinque ore), ma si adatta bene al ritmo della narrazione e non va trascurato il fattore rigiocabilità per scoprire dettagli che magari abbiamo tralasciato nella prima partita o semplicemente per arrivare attraverso scelte diverse ad un finale differente.

< br/>
© Riproduzione Riservata.