BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

MOSTRA/ In viaggio con Dante: è bella la strada per chi cammina

gallazzaR375_18nov09.jpg(Foto)

 

I bambini di quinta hanno incontrato la figura di Ulisse realizzando, aiutatati da un papà, la nave rivestita di strisce di cartoncino ciascuna delle quali riportava un obiettivo raggiunto durante il viaggio di quest’anno a scuola, e il telaio di Penelope. Molto interessante è stato il lavoro nato dal loro stupore quando hanno ritrovato Ulisse nell’Inferno, al fondo era stato mosso da un desiderio di conoscenza! Dopo varie riflessioni sono giunti a cogliere però la differenza tra Dante, che nel suo viaggio si affida ad una guida, e Ulisse che ha sempre scelto di agire da solo. Hanno capito cioè che all’uomo è chiesto di imparare ad accettare i propri limiti imparando ad affidarsi a chi è più grande di lui. Hanno inoltre lavorato sul concetto di misericordia e di perdono, attraverso il canto di Bonconte da Montefeltro e sul saluto a Virgilio che è un po’ come l’esperienza che, alla fine della quinta, i bambini fanno per intraprendere una nuova avventura, con nuovi “maestri”. A noi adulti è dato il compito di affidarli ad altri con la speranza di essere riusciti ad educare il loro “arbitrio libero, dritto e sano” I grandi hanno inoltre contribuito alla creazione della montagna del Purgatorio e all’allestimento della stanza del Paradiso, che accoglie come un abbraccio morbido tutti coloro che entrano.

La mostra termina con le parole della canzone di Chieffo stampate sopra un’immagine che ritrae genitori, bambini, insegnanti e tutto il personale della scuola. Proprio come un popolo in cammino, anche noi invochiamo  la protezione di Maria , perché la Sua tenerezza sostenga i nostri incerti passi verso la meta: “Protegga il nostro popolo in cammino la tenerezza del Tuo vero amore”

© Riproduzione Riservata.