BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

NOVA TERRA/ Liberi di educare per educare alla libertà

novR375_30nov09.jpg(Foto)

 

Ma il frutto di questa passione e del nostro lavoro non sarebbe nulla, senza la Forza che lo sostiene. Le parole di Padre Sergio Massalongo, Priore del Monastero benedettino della Cascinazza (a due passi dalla nostra scuola..) descrivono esattamente il significato di questa giornata e lo spirito che ci ha mosso:

“La novità non è tanto nell’opera particolare che si fa; non sono le nostre attività che salvano il mondo, ma la dimensione di fede con cui sono fatte. Le opere come tali possono passare, ma la fede che le ha generate rimane e ne suggerisce altre.

Allora la novità più grande è l’unità di coloro per i quali ciò che è accaduto è tutto e che in qualsiasi situazione sono in grado di ricominciare da capo, e aspettano solo il manifestarsi della promessa incontrata, il realizzarsi di quello che è dentro l’accaduto.

Così, tutto quello che si fa tende a diventare opera, vale a dire una realtà effimera che incarna l’eterno”.

 

Come non essere grato, allora?

Grato agli amici gestori e alla FOE, con cui condividiamo la strada delle nostre opere educative e che ci ha chiesto di ospitare l’annuale assemblea dei soci del 22 novembre; grato a Patrizio Abbiati (presidente della Scuola che, caffè dopo caffè, per sei anni, mi ha testimoniato la responsabilità per l’opera) e a Roberto Cattaneo (vero “deus ex machina” dell’operazione e presidente dello “strumento” che ci ha permesso di iniziare quest’avventura, la Fondazione “Rosanna Salvi” – una “nostra” mamma).

Grato infine al costruttore (che in 14 mesi ha costruito una scuola – la prima in Italia completamente illuminata a led - di 4 piani completa di laboratori e con una straordinaria palestra al III° piano...).

 

Quel che sembra come un punto d’arrivo è in realtà, come sempre, un punto di partenza.

Il lavoro è ancora molto ed è quindi necessario, con responsabilità e libertà, ricominciare da capo, ogni mattina, e fare tutto quel che si può e si deve fare per il bene comune, il bene di tutti.

Ma è necessario soprattutto lasciar fare: lasciar fare a quella Forza che, volenti o nolenti, consapevoli o no, fa in ogni istante tutta la realtà.

 

(Franco Pagani – Direttore Scuola Nova Terra)

© Riproduzione Riservata.