BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

NATALE/ Nel nome della Madre: il 25mo anniversario della scuola “A. Merici” di Desenzano del Garda

recitanataleR375_13gen09.jpg(Foto)

 

Nasce la richiesta “temeraria” a Laura di una disponibilità a trasformare il proprio spettacolo per far lavorare all’interno anche i bambini della nostra scuola.

Non era la prima volta che si prestava a simile impresa, lo aveva già fatto con lo spettacolo "Francesco, chino sulla culla del mondo" di cui è autrice regista e protagonista. Ma si trattava in quell’occasione di una sola classe 5°.

Quest'anno l'impresa prevedeva la partecipazione in forme diverse di 5 classi per un totale di 123 bambini.

 

La sfida è stata da lei accettata, con una certa dose di “incoscienza” – come lei ha definito -.

Subito ha cominciato a lavorare in stretta collaborazione con le insegnanti di classe. Particolarmente implicata nel lavoro l'insegnante di classe 3°, Sig. Laura Vitale che ha curato la parte musicale e canora dei bambini e di un folto gruppo di genitori.

 

Le prove sono state una splendida occasione per i bambini di a un fondo nella realtà di un Annuncio così straordinario nell’ordinario, ma contemporaneamente concreta possibilità di condivisione e meraviglia anche da parte delle mamme e dei papà che scoprivano quale bellezza si nasconde nel lavoro, nell’ascolto e nella dedizione comune per Lui.

Nello spettacolo oltre ai papà musicisti, alle mamme coriste, si è esibito al flauto anche il musicista Mario Mazza, anch'egli insegnante nella scuola. 

 

Una coralità evidente di tutta la scuola che ha circondato l’ Evento ( non solo teatrale) della nascita di Dio.

 

La notte dello spettacolo nonostante la grande nevicata, il Duomo era gremito. Il silenzio e l’ascolto sono stati segno di una particolare commozione, forse un po’ meno sentimentale degli altri anni.

Ciò che è certo è che, chi ha desiderato e vissuto questo momento come testimonianza della Scuola è stato sorpreso dalla gratitudine scoprendolo molto più come dono inaspettato per sé.

 

(Bianca Mazzini)

© Riproduzione Riservata.