BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

SCUOLA/ Il preside: "facendo rete", anche una down ha potuto frequentare il ginnasio

scuolastrumentiR375_03nov09.jpg(Foto)

Quest’ultimo aspetto è apparso da subito quello più oneroso, ma anche più ricco di stimoli, implicando l’impegno a realizzare/partecipare ad una rete composta da soggetti diversi (la nostra Scuola, gli enti locali, l’Usp, l’ASVa, l’Asl ecc.) allo scopo di ricevere/offrire attività di formazione, in una logica di confronto e dialogo fra esperienze diverse. L’adesione del Comune di Varese al Progetto “Equity in rete” ha fra l’altro garantito a Silvia la presenza di un’altra educatrice per 10 ore settimanali.


Il Piano Educativo Individualizzato (PEI), sulla base del quale Silvia non avrebbe frequentato le lezioni del sabato, né le ore di Greco, Latino ed Inglese, aveva individuato i seguenti ambiti di lavoro: autonomie personali (primarie, di lavoro ed emotive), comunicazione intenzionale e competenze cognitive.


2. L’ampliamento della rete - Tra le varie attività previste dal Progetto “Equity in rete” di particolare rilevanza è risultato il corso di formazione di 24 ore dal titolo “Creare una cultura dell’integrazione”. Tale corso, rivolto a tutti gli operatori presenti sul territorio ed impegnati in attività per l’integrazione scolastica di alunni disabili, si è svolto presso la nostra Scuola nei giorni 5 ottobre, 9 e 16 novembre 2007 e ha visto la partecipazione di 27 corsisti, di cui 7 dipendenti della Cooperativa S. Monte (6 docenti e 1 non docente) e 20 altri soggetti appartenenti a diversi Enti: Provincia di Varese, ASL Varese, Comune di Varese, Comune di Clivio, Cooperativa sociale L’Anaconda, oltre a dirigenti scolastici e docenti di scuole statali, nonché genitori di ragazzi disabili.


Prendendo come riferimento base la “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali” (Legge 8 novembre 2000, n. 328), il corso è stato strutturato su tre temi principali:
- la rete territoriale;
- il servizio: metodologie e strumenti;
- progetti e percorsi.


PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO