BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

SCUOLA/ L'esperienza è la maestra più grande. Parla il "miglior docente europeo dell'anno"

lavagna_gessoR375.jpg(Foto)

È un cambiamento epocale anche di visione sul proprio lavoro che bisogna tenere presente nel rapporto con i genitori. Il momento del colloquio è considerato importantissimo proprio nell’ottica di un reciproco arricchimento di conoscenze sullo studente, e quindi non può essere relegato ad un semplice elenco di voti. Sia il genitore, sia il docente devono uscire consapevoli di conoscere di più lo studente, di avere uno sguardo positivo sulla persona che ovviamente non vuol dire essere “buonisti”, ma semplicemente di avere bene in mente quali sono i passi precisi da chiedere allo studente e al proprio figlio. Poi sarà sempre la libertà sua a decidere di aderire o meno, ma ci deve essere sempre la chiarezza nei passi da fare e degli obiettivi (come persona) da raggiungere.

 

Armando Persico, docente nella scuola IMIBerg - Bergamo

 

 

© Riproduzione Riservata.