BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

SCUOLA/ Mons. Betori: una grande passione educativa ha bisogno di vera libertà

Mons. Giuseppe Betori (Imagoeconomica) Mons. Giuseppe Betori (Imagoeconomica)

Inevitabile, a questo punto, un riferimento alla  battaglia per un’effettiva libertà di educazione, che “si conduce sul terreno del dialogo, del confronto, delle profonde ragioni che la caratterizzano”,  come pure dei “numeri”, che “sono il segnale più evidente di una reale qualità della proposta educativa e del 'risveglio' di un interesse da parte di numerose famiglie”. Valgano per tutti, allora,  - ha aggiunto - le parole degli orientamenti pastorali della Cei: “Il principio dell’uguaglianza tra le famiglie di fronte alla scuola impone non solo interventi di sostegno alla scuola cattolica, ma il pieno riconoscimento, anche sotto il profilo economico, dell’opportunità di scelta tra la scuola statale e quella paritaria”.

Fondamentale, in conclusione, il richiamo all’origine della proposta educativa delle scuole paritarie cattoliche o di ispirazione cristiana, affinché di fronte alla complessità e difficoltà della situazione non ci si appiattisca sul problema economico: “L’origine fa riferimento soprattutto alla radice del Vangelo, dell’incontro con la persona di Gesù, dal quale scaturisce uno sguardo nuovo sul mondo e una forza di grazia per trasformarlo….Soltanto riaffermando e avendo ben presente l’origine, nella sua radice e nella fioritura che da essa si è sviluppata, è possibile garantire un futuro all’impegno educativo delle moltissime scuole cattoliche italiane”.

Ecco dunque la sfida e la strada indicata da Mons. Betori, riprendendo gli orientamenti pastorali della Cei per questo decennio: “non prescindere dai carismi fondativi nell’immaginare una scuola e un’opera educativa che affronti i tempi e che, rinnovandosi continuamente, mostri la capacità della Chiesa di testimoniare la risposta al desiderio ultimo del cuore dell’uomo”. Una sfida e una strada che i gestori e amministratori associati a CdO Opere Educative hanno mostrato di accogliere con entusiasmo e gratitudine.

© Riproduzione Riservata.