BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

SCUOLA/ A Corbetta (Milano) San Girolamo continua ancora oggi ad educare i giovani

L'Istituto San Girolamo EmilianiL'Istituto San Girolamo Emiliani

Con l’anno scolastico 1997/98 nell’Istituto comprensivo S. Girolamo Emiliani funzionano la scuola media e la scuola elementare G. Beretta Molla, con un’unica direzione, retta dal responsabile dei Padri Somaschi. Durante questi anni di intensa e creativa collaborazione, la direzione e l’amministrazione dell’Istituto è stata gestita dal padre rettore aiutato dall’economo, mentre le linee educative e didattiche sono state sempre frutto di un lavoro collegiale, condiviso dai religiosi somaschi, dai docenti che da anni collaborano con loro nei due ordini di scuola e dai genitori dell’Associazione, alla quale tutti i genitori degli alunni possono aderire.
I punti di riferimento della vita scolastica sono il preside della scuola secondaria, che è il padre rettore, e la direttrice della scuola primaria, che è membro di Cl: essi si confrontano di continuo e prendono insieme le decisioni riguardo al quotidiano andamento della scuola.
Tre particolari fatti di questi anni fin da subito hanno attestato la bontà del cammino intrapreso.
- Uno “scambio di doni” fra l’antico e il giovane carisma, vissuto in una unità che ha permesso di vivere la missione educativa con passione e libertà. È stata per noi un’esperienza di cui non cesseremo mai di ringraziare la comunità somasca di Corbetta, che si è concretizzata nella fiducia riposta nel corpo insegnante della scuola elementare, acquisito in blocco, e nella crescente stima verso la direttrice. Insomma, a distanza di pochi mesi nessuno di noi ha avuto motivo di evidenziare l’esistenza di una scrittura privata tra l’Associazione e la comunità somasca, tale era ormai il riconoscimento vissuto.
- Il continuo incremento degli alunni (oggi i ragazzi sono più di 600 con 4 sezioni di medie e 3 di elementari) e con esso la possibilità di consolidare la nostra proposta educativa, attraverso una presenza somasca divenuta punto di riferimento per una zona più ampia.
- La vivacità delle molteplici attività educative rivolte a ragazzi e famiglie.