BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MEETING/ Se anche le imprese tornano protagoniste dell’educazione

Pubblicazione:

Foto Fotolia  Foto Fotolia

Dopo il successo dell’anno passato FederlegnoArredo ha deciso anche quest’anno di prendere parte al Meeting di Rimini dove, a partire dalla giornata di oggi, si presenterà al variegato pubblico della manifestazione che ogni anno accoglie oltre 800mila persone da tutto il mondo. Duplice lo scopo della presenza della Federazione delle industrie del legno, del mobile e del sughero all’edizione 2012. Attraverso le 12 Conversazioni imprenditoriali che si svolgeranno allo stand di FederlegnoArredo e che vedranno protagonisti molti imprenditori del settore legno-arredo, il pubblico del Meeting avrà la grande occasione di incontrare da vicino alcuni testimoni del “fare impresa” e con loro potersi confrontare in maniera informale. Creare un canale di dialogo privilegiato con i tanti giovani presenti, affinché possa crescere in loro la consapevolezza delle opportunità professionali e umane presenti nelle aziende e, in alcuni di loro, maturare la decisione di iscriversi al Polo Formativo dei Mestieri del Legno Arredo della Brianza, la cui attività prenderà il via a settembre del 2013.

Tornando alle “conversazioni”, la prima giornata ha visto la presenza di Mauro Mastrototaro (titolare della Flli Mastrototaro e Co:), Massimo Cianci (responsabile produzione della Holzbau Sud) e Mario Formica (titolare della Alfad) sul tema “L’uomo di fronte alla crisi: l’insopprimibile bisogno di ricominciare”. Alla presenza di oltre un centinaio di persone i protagonisti dell’incontro hanno avuto la possibilità di testimoniare le sfide che hanno dovuto affrontare in questi ultimi quattro anni per far fronte alla difficile situazione economica.

“La famiglia - ha spiegato Mastrototaro - è sempre stato un punto di forza nella mia vita e ancor di più in questi ultimi quattro anni. La nostra unità ci ha anche dato l’energia di osare”. “La crisi - gli ha fatto eco Massimo Cianci - ci ha spinto a sentirci maggiormente responsabili nel nostro lavoro. Per un giovane come me la crisi è stata l’opportunità per un rilancio”. Stessa esperienza per Mario Formica di Alfad, che nella vita, come ricorda nel suo intervento, ha dovuto ricominciare tre volte: “Proprio qui al Meeting di Rimini 10 anni fa è maturata la decisione di avviare la mia attuale attività entrando sul mercato degli allestimenti. Quando ho creato Alfad, ho voluto mettere subito al centro una mission: creare valore ma anche valori per le donne e gli uomini che lavorano in azienda. Proprio questa mission è stato il punto da cui siamo ripartiti quattro anni fa con lo scoppio della crisi”. “La sfida vera - chiude Formica - è stato investire sugli uomini che già c’erano. Mentre di solito la cosa che si fa è quella di mandare a casa le persone. Abbiamo fatto tanti sacrifici, a volte abbiamo anche rinunciato a guadagnare, pur di dare garanzia di lavoro ai nostri collaboratori”.



  PAG. SUCC. >