BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Impresa e Artigiani

AZIENDA-PAESE / Sartori (Number1): "Italia laboratorio di logistica avanzata e sostenibile"

Si è svolto a Torino il Convegno annuale dell'Osservatorio Contract Logistics. RENZO SARTORI Number1 e Assologistica" ha illustrato le strategie aggiornate di un settore in veloce evoluzione

Renzo Sartori al Convegno Osservatorio Contract LogisticsRenzo Sartori al Convegno Osservatorio Contract Logistics

Anche quest’anno NUMBER1 Logistics Group ha partecipato al CONVEGNO DELL’OSSERVATORIO CONTRACT LOGISTICS “GINO MARCHET" sul tema “AMBITI DI INNOVAZIONE NELLA LOGISTICA: ESPERIENZE A CONFRONTO”, evento annuale organizzato dall’Osservatorio del Politecnico di Milano, svoltosi al CHN Industrial Village di Torino. Tra gli obiettivi del Convegno, illustrare i casi di “innovazione” riguardanti le tematiche trattate dall’Osservatorio Contract Logistics in sette anni di ricerca, con un focus specifico nei confronti di temi che si declinano in alcune questioni fondamentali: il valore del mercato della Contract Logistics in Italia; come stanno cambiando le dinamiche di terziarizzazione e come stanno evolvendo i rapporti tra committenti e fornitori di servizi logistici; quali le modifiche nel network e nella gestione della distribuzione in un mondo sempre più omnicanale; qual è lo stato dell'arte della Green Logistics; quali sono le soluzioni tecnologiche più innovative in tema di sostenibilità ambientale (ed economica); ed infine quali i casi di innovazione di successo, in ambito logistico, che hanno permesso di apportare miglioramenti nelle prestazioni aziendali.

«In questo scenario economico è vitale utilizzare approcci diversi per adeguarsi a tutte le fasi di questa crescita – ha spiegato RENZO SARTORI, Vice Presidente di ASSOLOGISTICA e Presidente di NUMBER1 Logistics Group -. A tutti gli operatori del settore logistico è infatti richiesta la capacità di cogliere le nuove istanze che vengono presentate dalla clientela e di assecondarne gli sviluppi per saper dare risposte adeguate e al passo con i tempi. Si parla sempre di più di ‘logistica strategica avanzata’, vale a dire cogliere due fondamentali elementi strategici: versatilità e innovazione». Obiettivi condivisi anche da NUMBER1 Logistics Group che, per presentare i propri progetti e le esperienze concrete che hanno consentito all’Azienda parmense di evolversi da mero fornitore di servizi a operatore logistico in grado di offrire una partnership condivisa con i committenti, ha invitato al Convegno RICCARDO MONTANUCCI Customer Supply Chain Director CARLSBERG ITALIA, uno dei principali Grandi Clienti del portafoglio Number1, a testimonianza di un sodalizio iniziato nel 2009 che prosegue all’insegna di valori condivisi, quali lo sviluppo delle potenzialità offerte dalle nuove tecnologie, rispetto ambientale ed eco sostenibilità, secondo una policy perfettamente in sintonia con la filosofia di NUMBER1.

«Abbiamo accettato con entusiasmo l'occasione di condividere uno dei progetti di innovazione intrapresi recentemente con il nostro operatore logistico, quello relativo al nuovo ‘customer portal’ ,– ha commentato Montanucci-. Il nostro business in generale, ma soprattutto quello del canale ho.re.ca, richiede in modo particolare una forte tempestività nella ricezione di informazioni relative all'esito delle consegne ai nostri clienti: ciò per il fatto che questa tipologia di punti vendita necessita di un lead time particolarmente stretto e propone orari di ricevimento diversi da quelli più tipici del mondo retail». Innovazione che nella policy di NUMBER1 Logistics Group va sempre più di pari passo con la Sostenibilità per rispondere efficacemente alle istanze di rinnovamento di un settore in continua evoluzione: sempre maggior fetta di mercato è occupata dalla terziarizzazione che si è stabilizzata attorno al 40%, per un valore complessivo del mercato italiano di 44,6 miliardi di euro nel 2015, con un incremento del 4,3% rispetto al 2009; stanno cambiando i modelli distributivi e i servizi legati all’omnicanalità, la gestione dell’ultimo miglio, le logiche di approvvigionamento dei punti vendita, il miglioramento continuo nelle relazioni di fornitura e sub-fornitura, le innovazioni tecnologiche in ambito trasporti e magazzino sempre più orientati alla sostenibilità economica ed ambientale.

Sia committenti che fornitori evidenziano l’importanza di lavorare per costruire una cultura del miglioramento continuo, a tutti i livelli. Si sta diffondendo infatti una maggiore collaborazione nella relazione committente-fornitore, che prevede la formalizzazione del miglioramento continuo nel contratto e che riguarda principalmente i casi di Strategic Outsourcing, con focalizzazione sia sugli aspetti di costo che di servizio. E ancora, esistono sul mercato nuove tecnologie “green” che offrono benefici sia ambientali che economici.

«NUMBER1 ha da poco rinnovato il contratto con Carlsberg Italia, relativo alla gestione di tutte le attività di logistica e distribuzione nazionale ­– afferma ANDREA SACCHI Marketing Manager di NUMBER1 Logistics Group –. Questo importante accordo, che vede le sue origini nel 2009, è stato sottoscritto secondo un preciso orientamento che vede nella Sostenibilità e nell’Innovazione i propri cardini: prevede infatti una reale partnership in una logica di extend supply chain, secondo l’approccio che Number1 propone a tutti i propri Clienti. Avendo quindi formalizzato le modalità per lavorare costantemente sul tema del Continuous Improvement, abbiamo ritenuto che CARLSBERG fosse oggi l'attore ideale per illustrare uno dei progetti di innovazione di NUMBER1».

Tra i punti cardine di questo importante rinnovo contrattuale con CARLSBERG ITALIA infatti, studiati secondo nuova logica di interrelazione sempre più stretta tra committente e operatore logistico e nell’ottica di una Logistica sempre più innovativa e Green, vi sono: la sostituzione dei carrelli a gasolio con carrelli elettrici; l’introduzione di strumentazioni di sicurezza avanzata di ultima generazione; l’utilizzo di un sistema di carica batterie a risparmio energetico; l’utilizzo di metano liquido per i bilici in tratta dallo stabilimento di Induno al Magazzino centrale Italia di Settala; l’utilizzo del sistema di monitoraggio e tracciamento della spedizione con la gestione delle consegne tramite App.

© Riproduzione Riservata.