BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

J’ACCUSE/ Le "bombe atomiche" in mano alla finanza sono contro i diritti umani

Foto FotoliaFoto Fotolia

Ed ecco che nel silenzio generale ho lanciato questa domanda-idea. Non c’è una sola risoluzione o proposta degli organismi dei diritti umani che vada in questo senso, salvo perorazioni generiche. Il professor Emmanuel Decaux, vice-presidente della Commissione francese dei diritti umani (università di Parigi): “Così come si sono stilate black list, liste nere per finanziarie e società di capitali sospettate di essere canali per alimentare di denaro il terrorismo islamico, si potrebbe pensare qualcosa di analogo per chi produce e commercia prodotti finanziari che hanno la stessa carica nociva”.

 

Il professor David Kinley, ordinario della cattedra di diritti umani all’Università di Sidney, appoggia la mia suggestione: “Nel caso di questi prodotti finanziari la libertà di azione finanziaria mette in gioco con le crisi provocate e provocabili, con rischi irragionevoli, il benessere e la vita stessa di milioni di persone”. Se non altro per il principio di precauzione andrebbero insomma messi al bando, come le armi nucleari in mano ai terroristi o agli Stati canaglia: traduco io così, ma non finisce qui, con le chiacchiere. Credo si debba muoversi in fretta.

 

Sia chiaro: non sono qui a invocare manette, ma a impedire la stregoneria sulla carne viva dei popoli per cavar loro il sangue. Infatti mi rendo conto che non sono i giudici la panacea di tutti i mali. E neanche le regole. Ma qualche regola che nasca da una presa di consapevolezza di che cosa sia il bene degli uomini ci vuole.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
15/06/2010 - il silenzio degli astanti (Fabrizio Terruzzi)

parole sante. Preoccupa il silenzio degli astanti, da lei segnalato. Riflesso del vuoto nei loro cervelli? Forse avrebbe dovuto anche segnalare che l'eccesso di finanza in assenza di regole permette a chiunque di acquistare a fini speculativi petrolio, grano, mais e quant'altro, con la conseguenza alle volte di mettere alla fame centinaia di milioni di poveri diavoli. La speculazione come il fuoco potrà essere anche utile (forse) ma attenzione che non ci giochino pure gli sprovveduti e in assoluta libertà.