BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Rubriche

CASO FINI/ Caro Berlusconi, ascolta Solzenicyn: "Una parola dolce rompe un osso"

Secondo RENATO FARINA, a pochi giorni dal videomessaggio di Gianfranco Fini il compito di Berlusconi e del Pdl è quello di far prevalere sul giustificabile istinto di rivalsa il valore assoluto del bene comune

BerlusconiPensieroso_R375.jpg(Foto)

Veniamo dal Meeting di Rimini. Questo è stato l’avvenimento dell’estate italiana. Un avvenimento che ha avuto la dimensione intera dell’umano: e dunque è stata anche un segnale fortissimo per la politica.

Essa non può essere schiava di se stessa, in un avvitamento sui suoi giochi e le sue chiacchiere. Lì chi c’era, ma pure per chi ha voluto documentarsi senza pregiudizi, si è visto come esistano nella società energie formidabili.

Una tensione verso il bene incoercibile: gli uomini desiderano la felicità, e questo non è un sentimento, la struttura profonda del vivere. La politica è al servizio di questo, in piena continuità con questa energia misteriosamente costitutiva dell’istante. Con forze che si oppongono, tanta meschinità, persino tradimenti. Ma la storia è il dispiegarsi buono di questa grandezza. Senza automatismi, con la possibilità di decadenze, quando si dimentica e si dà guerra a Dio. Però c’è una scintilla di libertà che non si può spegnere.

Non sto qui a scrivere di filosofia della storia. Constato dei segni. Invece  a seguire le cronache politiche - al centro di tutto si è collocato un appartamento a Montecarlo, il personalismo eretto a pilastro dell’Italia. Per carità, ci sta tutto nella vita. Ci sta che domini il moralismo, dove si tende a eliminare l’avversario piazzandogli la magistratura in casa, e con identica mossa si replichi sulla stessa lunghezza d’onda.

Non siamo gente che sta sulle nuvole, dunque anche queste cose non si possono snobbare. Ma proprio perché non siamo sulle nuvole, conviene badare alla vita concreta delle persone comuni, delle loro famiglie, del loro lavoro. A questo la politica deve badare soprattutto.


 


COMMENTI
28/09/2010 - UNA PAROLA DOLCE ... (celestino ferraro)

Ma quale parola dolce dovrebbe pronunziare Cesare? E Otello, dovrebbe essere grato a Iago? CF