BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

LAVORO/ Le imprese vogliono giovani con esperienza e che sanno l’inglese

Curriculum_VitaeR400.jpg(Foto)

Negli ultimi tre anni, in base a quanto dichiarato dai direttori del personale, le imprese di riferimento hanno assunto in totale 5.754 neo-laureati, con alcune facoltà preferenziali rispetto a 3 macro-settori. Ingegneria, nelle sue diverse ramificazioni, è la laurea più richiesta negli ambiti della progettazione e della ricerca e sviluppo, mentre l’area delle risorse umane si rivolge in preminenza a laureati in giurisprudenza, psicologia ed economia-statistica. Nell’area commerciale e del marketing netta preferenza è attribuita ai laureati in discipline economiche e statistiche.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
12/10/2010 - e tutti gli altri? (Marco Claudio Di Buono)

Capisco che per un impresa scommettere su un giovane è difficile, ma tutti quelli che non hanno raggiunto il massimo dei voti, che sono usciti fuori corso (non sempre per colpa loro) e che non hanno esperienza (ma se non gliela fanno fare l'esperienza come fanno ad avercela?) che cosa devono fare? Arrangiarsi? Accontentarsi? Io vivo nel sud dove non ci sono grosse realtà aziendali, ho lavorato per circa 8 anni in varie attività (formazione, amministrazione e contabilità, commerciale) mi sono accontentato di stipendi da fame (altro che precariato) e dopo aver vinto due concorsi pubblici mi sento dire che non posso essere assunto per il blocco del turn over. Forse a Milano e nelle altre grandi città si vive in un mondo diverso che non può comprendere realmente le difficoltà. Buttate le statistiche e andate un po' in giro, capirete di più.