BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

LAVORO/ Ichino: a Pomigliano nessuna violazione delle leggi

Pietro Ichino spiega perché la posizione della Fiom è sbagliata e propone la sua ricetta per risolvere la situazione

Fiat_Catena_MontaggioR400.jpg(Foto)

LAVORO - Ichino: a Pomigliano nessuna violazione delle leggi - Il giuslavorista Pietro Ichino, senatore del Partito democratico, interviene oggi dalle pagine di Avvenire sul caso di Pomigliano d’Arco. E ribadisce, come già fatto in passato, che non c’è “nessuna violazione di legge, né una situazione del tutto inedita. Ma c’è la necessità di arrivare a fissare nuove regole per la rappresentanza e la firma dei contratti”.

Per Ichino, la verità è quindi che l’accordo di Pomigliano “non presenta alcun attrito con la legge: lo presenta soltanto, e per alcuni aspetti marginali, con il contratto collettivo nazionale” dei metalmeccanici. La tattica della Fiom, è secondo Ichino, quella di denunciare una violazione della legge “perché è facile mobilitare l’opinione pubblica per difendere la legge, mentre è più difficile mobilitarla per difendere la rigida inderogabilità di un contratto collettivo nazionale”.

Continua