BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

LAVORO/ Bonanni (Cisl): paghiamo di più i precari

A margine di un convegno sindacale, Raffaele Bonanni è intervenuto su diversi temi: precariato, Pomigliano d’Arco e politica

Bonanni_ProfiloR400.jpg(Foto)

LAVORO - Bonanni (Cisl): paghiamo di più i precari - A margine di un convegno in programma questa mattina a Mestre, il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni è intervenuto indicando la sua ricetta per il problema del lavoro precario diffuso specie tra i giovani: “La precarietà può finire in un solo modo, non rilanciando il fare leggi contro la precarietà ma pagando di più chi è flessibile così da dargli più prestazioni in modo tale da non essere più precari”.

Ai giornalisti Bonanni ha anche parlato di Unicredit, e degli esuberi previsti dal piano dell’istituto di credito che da poco ha cambiato amministratore delegato. “Unicredit - ha detto Bonanni - ha cambiato la dirigenza, si deve assestare. Ma sono sicuro che troveremo una soluzione, come l'abbiamo trovata con Banca Intesa su analoghi problemi”.

Qualche battuta anche su Pomigliano d’Arco, dopo che ieri sindacati e Fiat si sono incontrati per discutere del progetto Fabbrica Italia: “Non abbiamo ceduto nulla; abbiamo dato flessibilità per ottenere più salario ed investimenti tanto che andranno quattromila euro lordi in più ed abbiamo ottenuto anche una speciale tassazione sulla produttività”.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO