BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

ISTAT/ Un giovane su 5 in Italia non studia e non lavora

Un giovane su cinque, in Italia, non lavora e non studia. I dati della ricerca condotta da Inps, Istat e ministero del lavoro.

Lavoro_OfferteR400.jpg(Foto)

Un giovane su cinque, in Italia, non lavora e non studia. I dati della ricerca condotta da Inps, Istat e ministero del lavoro.

Non lavorano e non studiano. L’acronimo nato per identificarli è “neet”, not in education, employment or trainig (né studiano, né lavorano, né fanno formazione). In Italia sono uno su cinque. E’ la fotografia impietosa scattata da un rapporto redatto da Inps, ministero del Lavoro e Istat, secondo il quale farebbero parte di tale categoria ben il 21,1 per cento dei giovani italiani. Più di due milioni di persone, di età compresa tra i 15 e i 29 anni, che vedono il proprio futuro a rischio, senza certezze, con poche speranze. Sono molti di più di più al Sud, dove la percentuale sfiora il 30,3 per cento, contro il 16,1 per cento del Centro e il 14,5 del Nord.

Un conclusione leggermente dissimile, ma non per questo più consolante, di quella registrata da un elaborazione di Datagiovani su dati Ocse e Istat. Secondo la quale gli under 25 senza un impiego sarebbero il 25 per cento, uno su quattro, contro il 6,5 di chi ha un'età compresa tra i 25 e i 64 anni.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO