BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RIFORMA DELLE PENSIONI/ Cosa cambia con le nuove misure introdotte dalla riforma del sistema previdenziale - La scheda

Scattano, con il 2011, le nuove misure introdotte dalla riforma previdenziale.

Operaio_MisuraR400.jpg (Foto)

Scattano, con il 2011, le nuove misure introdotte dalla riforma previdenziale. Si sommano allo scalino di anzianità previsto dalla riforma Damiano, del 2007, gli effetti della manovra estiva del governo Berlusconi; in particolare slitterà, fino ad un massimo di un anno e mezzo, l’erogazione dell’assegno.


- In base alla legge 247 del 2007, dal luglio del 2009 alla fine di quest’anno, in caso di lavoro dipendente, per maturare il diritto alla pensione anticipata rispetto all’età di vecchiaia, serve raggiungere “quota” 95: occorrono 60 anni di età e 35 di contributi, o 59 anni di età e 36 di contributi. L’età minima è, in ogni caso di 59 anni. Di 60 per i lavoratori autonomi, per i quali la quota è di 96.


CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO