BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

SCIOPERO SELVAGGIO/ Areoporti in Spagna nel caos per i controllori di volo. Le conseguenze a Fiumicino e Ciampino

Stato d’allerta in Spagna, messa in ginocchio dai controllori di volo che hanno incrociato le braccia venerdì sera, per protestare contro un decreto sui loro orari di lavoro

Alitalia_DecolloR375.jpg(Foto)

Stato d’allerta in Spagna, messa in ginocchio dai controllori di volo che hanno incrociato le braccia venerdì sera, per protestare contro un decreto sui loro orari di lavoro.

330.000 persone sono rimaste a terra e così il governo ha dichiarato lo stato d’emergenza, per la prima volta in Spagna dal franchismo ad oggi. I controllori sono precettati, chi non lavora ne risponderà davanti alla Corte Marziale.

La battaglia va avanti da tempo, venerdì però il decreto del governo sugli orari di lavoro ha scatenato lo sciopero, senza alcun preavviso. In molti si sono dati  malati. Cancellati tutti i voli Iberia previsti.  Ryanair, Air France, Klm, Easy Jet, Thaï Airways hanno invece comunicato che «lo spazio aereo spagnolo non riaprirà prima di questa sera tardi».