BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

FIAT/ Al referendum di Mirafiori vince il sì con il 54% dei voti

Lo stabilimento Fiat di Mirafiori (Foto Imagoeconomica)Lo stabilimento Fiat di Mirafiori (Foto Imagoeconomica)

Nei primi seggi scrutinati, dove la Fiom è tradizionalmente forte, i no erano in vantaggio. La situazione si è poi rovesciata grazie soprattutto al voto degli impiegati. Cosa che ha fatto dire al segretario nazionale della Fiom, Giorgio Airaudo, che gli operai “hanno detto no”. “Sono stati decisivi gli impiegati che a Mirafiori sono in gran parte capi e struttura gerarchica”.

Secondo il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, “hanno vinto le ragioni del lavoro. Il sì ci fa vedere con più ottimismo il futuro di Mirafiori e dell’industria automobilistica nel nostro paese”.

Secondo il ministro del Lavoro, Maurizio “l’esito del referendum apre un’evoluzione nelle relazioni industriali, soprattutto nelle grandi fabbriche, che dovrebbe consentire un migliore uso degli impianti e una effettiva crescita dei salari”.

© Riproduzione Riservata.