BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

LAVORO/ Giovani disoccupati, precari e poveri. Nel 2010 erano 78 milioni

Foto: ImagoeconomicaFoto: Imagoeconomica

 
Benché il Pil, e gli indicatori legati al commercio e alla esportazioni abbiano dato, negli ultimi mesi segnali di ripresa, moltissimi giovani, nei Paesi sviluppati sono senza lavoro, mentre nei Paesi in via di sviluppo nuovi impieghi, spesso, non costituiscono condizioni di vita migliori.

 

Meno lavoro e lavori qualitativamente non migliori. Il tasso di precariato, ad esempio, non è cresciuto, ma fino al 2007 si andava man man affievolendo. Oggi, inoltre, ci sono ben 40 milioni di lavoratori poveri (che vivono con meno di 1,25 dollari al giorno) in più, con un aumento dell'1,6 per cento al 2007.

 

 

© Riproduzione Riservata.