BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

CEI/ Sacconi: da Bagnasco stimoli utili per una rivoluzione culturale che dia dignità anche al lavoro manuale

Il ministro del Welfare Maurizio Sacconi commenta le parole del presidente della Cei Bagnasco, invitando i giovani «a dare credito al proprio desiderio di incidere sulla realtà»

Il cardinale Angelo Bagnasco durante la prolusione di lunedì scorso (Foto Ansa)Il cardinale Angelo Bagnasco durante la prolusione di lunedì scorso (Foto Ansa)

Il ministro del Welfare Maurizio Sacconi interviene dal sito cuorecritica.it commentando le parole del presidente della Cei Bagnasco, che giudica preziosi stimoli all’azione di Governo nell’affrontare il tema dell’insicurezza e il dramma della disoccupazione giovanile.

«L’Italia – afferma il ministro del Welfare - vive un paradosso profondo e diffuso: una situazione economica relativamente agiata, dove però i giovani non trovano un lavoro coerente con le loro aspirazioni e le imprese non trovano lavoratori con le competenze e le professionalità ricercate». Per questo Sacconi auspica una «rivoluzione culturale», per ridare dignità a tutte le forme di lavoro, anche quello manuale. Perché, afferma il ministro, il lavoro ha una valenza «educativa, culturale e formativa» che viene tuttavia spesso dimenticata. E protagonisti di questa sfida non sono solo i politici, ma anche gli attori sociali, le famiglie e soprattutto i giovani.