BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LAVORO/ Retribuzioni orarie al +2,2% a fine 2010

Oggi l’Istat ha diffuso i dati sui contratti collettivi nazionali di lavoro e sull’indice delle retribuzioni contrattuali orarie

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica

LAVORO - Retribuzioni orarie al +2,2% a fine 2010 - Oggi l’Istat ha diffuso i dati sui contratti collettivi nazionali di lavoro e sull’indice delle retribuzioni contrattuali orarie. Quest’ultimo, a dicembre 2010, è aumentato dello 0,1% rispetto al mese precedente e dell’1,7% rispetto a dicembre 2009. Nella media del 2010 si è registrato un aumento, rispetto all’anno precedente, del 2,2%. Nel 2009 il dato era stato del 3%. L’Istat ricorda anche che il tasso di inflazione medio nel 2010 è stato dell’1,5%. Quindi, l’incremento delle retribuzioni si mantiene superiore a quello dei prezzi al consumo.

Analizzando l’aumento medio annuo, crescite significativamente superiori alla media si osservano nei comparti alimentari bevande e tabacco (+3,9%), telecomunicazioni (+3,7%), servizi di informazione e comunicazione (+3,4%), commercio (+3,3%) e tessili, abbigliamento e lavorazione pelli (+3%). Le variazioni più contenute si registrano, invece, per attività dei vigili del fuoco (+0,4%), scuola (+0,6%), trasporti, servizi postali e attività connesse e ministeri (per entrambi l’aumento è dello 0,7%).