BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

LICENZIAMENTI FACILI/ Sindacati vs. Governo: a chi serve questa “guerra”?

Foto AnsaFoto Ansa

Quinto: se l'Italia ha fatto certe promesse all'Europa è molto probabile che sia stata l'Europa stessa a chiedergliele, tanto più che sembra aver reiterato quanto richiesto dalla Bce ad agosto. Forse allora è il caso di spostare manifestazioni e scioperi generali da Roma a Bruxelles. Sesto: la lettera alle autorità europee in tema di lavoro dice anche il Governo si impegna entro l’anno ad approvare “interventi rivolti a favorire l’occupazione giovanile e femminile attraverso la promozione: a) di contratti di apprendistato contrastando le forme improprie di lavoro dei giovani; b) di rapporti di lavoro a tempo parziale  e di contratti di inserimento delle donne nel mercato del lavoro; c) del credito di imposta in favore delle imprese che assumono nelle aree più svantaggiate”. È scritto anche che, entro maggio 2012, si porranno le basi per “più stringenti condizioni nell’uso dei ‘contratti para-subordinati’ dato che tali contratti sono spesso utilizzati per lavoratori formalmente qualificati come indipendenti ma sostanzialmente impiegati in una posizione di lavoro subordinato”. Si vuol scendere in piazza anche contro questo?

© Riproduzione Riservata.