BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

Per cambiare davvero si deve partire dalle piccole cose

Foto FotoliaFoto Fotolia

Affrontare la riprogettazione organizzativa secondo tale approccio ha un’ulteriore importante ricaduta di medio periodo: la creazione, attraverso il coinvolgimento diretto delle persone, di una cultura diffusa del miglioramento, della partecipazione e dell’esempio, che accompagnerà l’Azienda anche nel futuro diventandone parte integrante. Il tutto formando le risorse interne, valorizzandone i contributi e minimizzando le resistenze al cambiamento.

Anche sul piano della consulenza, la riprogettazione organizzativa va dunque ripensata secondo una metodologia più coinvolgente ed abilitante, finalizzata a generare, attraverso sforzi mirati, un vantaggio competitivo stabile e sostenibile e a garantire la creazione di valore per tutti gli stakeholder, dipendenti inclusi.

La base del ragionamento è molto semplice ed immediata: vi è sempre un modo migliore per svolgere una determinata attività, o quantomeno esiste sempre la possibilità di trovare una nuova soluzione ad un vecchio problema che permetta di liberare risorse per focalizzarle sulla gestione delle azioni che davvero generano valore.

Conclusione banale, ma nella realtà delle organizzazioni non sempre realmente compresa, poiché sul piano della cultura organizzativa anche piccoli cambiamenti risultano difficile da accettare, a maggior ragione se imposti e non co-costruiti.

 

(Stefano Porta)

© Riproduzione Riservata.