BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Così la Lombardia sta creando un nuovo welfare

Foto Fotolia Foto Fotolia

Nello specifico, Regione Lombardia ha predisposto una “roadmap” trasversale e coerente con la programmazione nazionale e comunitaria che, in sinergia con diversi attori, consentirà lo sviluppo di politiche di conciliazione. Scendendo nel dettaglio, Regione Lombardia, anche con il contributo di ALTIS (Alta Scuola Impresa e Società dell’Università Cattolica), sta realizzando alcuni progetti che pongono al centro la partecipazione sia dei lavoratori che del mercato (DGR 381/2010).

In particolare, Regione Lombardia sta portando a termine alcune indagini sui fabbisogni di conciliazione espressi da un campione composto da lavoratori e libere professioniste e lavoratrici autonome, insieme alla realizzazione di approfondimenti su alcune best practice aziendali. Tale area di indagine rappresenta un passaggio fondamentale per mappare i bisogni di conciliazione del territorio lombardo e identificare le eventuali aree di intervento per la promozione e sviluppo di un welfare lombardo innovativo.

Inoltre, è stato avviato online il Network Conciliazione FamigliaLavoro, uno strumento chiave per sensibilizzare i cittadini e promuovere le reti tra i diversi attori della filiera della conciliazione. Ad oggi, il Network Conciliazione FamigliaLavoro è attivo su Facebook e su Linkedin). Facebook rappresenta il canale di ascolto permanente dei cittadini lombardi, dei loro ostacoli alla buona conciliazione e delle loro esigenze emergenti. Il Gruppo su Linkedin è rivolto a tutti i professionisti interessati al tema e rappresenta il luogo “virtuale”, facile e immediato per il confronto, il dibattito, la condivisione di know-how ed esperienze.

 

(Alessia Coeli)

© Riproduzione Riservata.