BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

PENSIONI/ Fornero: modifiche sulla manovra, cambia il tetto dell'indicizzazione

Per il ministro Fornero, è in arrivo una modifica relativa al decreto sulla riforma dele pensioni: dovrebbe cambiare la soglia dell'indicizzazione. Manovra alla Camera solo mercoledì

Foto AnsaFoto Ansa

Indiscrezioni sulla riforma previdenziale. Mentre si sta lavorando alacremente sulle proposte di modifiche presentate dai gruppi politici relativamente alla manovra finanziaria del governo, il ministro del welfare Elsa Fornero fa sapere che verrà modificata la norma sull'indicizzazione delle pensioni. La norma in questione, che prevedeva il blocco delle indicizzazioni delle pensioni con un tetto minimo, era stata attaccata un po' da tutti, ma soprattutto dai sindacati, che proprio oggi sono scesi in piazza in modo unitario per la prima volta dopo anni per protestare contro questa e altre misure della manovra, ritenute svantaggiose per le classi più deboli della società. Incontrando il ministro per rapporti con il Parlaneto, Piero Giarda, la Fornero ha dichiarato che il governo ha intenzione di depositare alla Camera un emendamento che prevede il cambiamento del tetto minimo di adeguazione delle pensioni all'inflazione. Una notizia immediatamente commentata in modo positivo dal segretario della Cisl Bonanni, seppur con qualche distinguo: aspettiamo di vedere quale misura vuole introdurre il governo, ha detto, nella speranza che questa misura sia congrua. Bonanni inoltre ha ricordato la necessità che vada cambiato anche il provvedimento sull'Ici. Il lavoro sulle modifiche alla manovra comunque procede costante, tanto che il voto alla Camera è già slittato a mercoledì. Si è in attesa, oggi, dell'approvazione da parte delle commissioni bilancio e finanze. Si doveva arrivare alla Camera domani, ma governo e partiti si sono trovati d'accordo nel bisogno di maggior tempo per portare a termine il lavoro. Il decreto poi andrà approvato entro sabato 17 dicembre. I due punti più caldi della manovra sembra che riceveranno dunque dei ritocchi: per quanto riguarda le pensioni si arriverà a una soglia di 1400 euro invece dei previsti 1000, mentre è allo studio un alleggerimento della tassa sulla prima casa, l'Imu con un probabile rialzo della franchigia di duecento euro. Tutto questo mentre il governo chiede rimanga invariata la cifra dei saldi, cioè dei soldi che il governo ha deciso di incassare dalla manovra.