BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

WELFARE/ Famiglia-lavoro: le misure previste dalla bozza sulla conciliazione presentata da Sacconi

Tra le la misure previste dalla bozza di Sacconi in materia di conciliazione famiglia lavoro, l’introduzione di orari modulati in base alle esigenze dei neogenitori.

FotoliaFotolia

Tra le la misure previste dalla bozza di Sacconi in materia di conciliazione famiglia-lavoro, l’introduzione di orari modulati in base alle esigenze dei neogenitori.

Il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi ha presentato una bozza sulle linee guida per agevolare la conciliazione della vita lavorativa con quella familiare. Tra le misure previste, la detassazione del 10 per cento per quegli accordi che tengano in considerazione le esigenze del nucleo famigliare e che propongano, ad esempio, modalità lavorative flessibili come il part-time, il telelavoro, il lavoro intermittente e il lavoro ripartito. L’intenzione del ministro è, inoltre, quella di introdurre «orari di lavoro modulati su base semestrale o annuale a fronte di impegni contrattuali per la conciliazione».

Il documento, poi, fa presente che «le politiche aziendali di conciliazione possono beneficiare delle misure fiscali di detassazione del salario di produttività». Presente anche la possibilità di trasformare temporaneamente il rapporto di lavoro a tempo pieno in tempo parziale, per i primi 5 anni di vita del bambino o in caso di particolari esigenze di cura per genitori o altri familiari.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO