BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

QUALCOSA DI SINISTRA/ Tra applausi e sentenze, ecco due verità sul caso Thyssen

Harald Espenhahn durante il processo Thyssen a Torino (Foto Ansa)Harald Espenhahn durante il processo Thyssen a Torino (Foto Ansa)

Chissà se è di sinistra, quest’idea. Probabilmente è di sinistra chiedere alle imprese - quelle italiane rappresentate da Confindustria - di inserire nel prossimo contratto di lavoro dei dirigenti una clausola per la quale i manager delle aziende con alti tassi di incidenti sul lavoro paghino economicamente, e collettivamente, con significative decurtazioni sullo stipendio, il ripetersi di simili eventi, a prescindere dalle responsabilità soggettive. Se tutti lavorano per i bonus di fine anno collegati all’utile, che tutti rischino almeno di perdere soldi per un malus di fine anno collegato a eventuali incidenti sul lavoro.

Che insomma la logica del profitto non sia l’unica a regolare i rapporti di interesse dentro le aziende. Questo non è di destra, né di sinistra: è semplicemente umano.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
10/05/2011 - Gravidanza Extrauterina (Antonio Servadio)

Articolo lucido, preciso e pienamente condivisibile. Ma diciamocelo chiaro e tondo, una magistratura che dichiara "omidicio volontario" quella situazione è semplicemente una magistratura che fa politica, né più né meno. Qualcosa di profondamente fuori posto. Cosa più grave di una gravidanza extrauterina.

 
10/05/2011 - La tutela della dignita' umana prima del profitto (Z sara)

"Mentre il caso Thyssen dovrebbe far discutere per un’altra ragione: per costruire, cioè - consensualmente imprese, sindacati e istituzioni -, un modo di vedere la gestione dei grandi impianti industriali ispirato non solo alla logica del profitto ma, prioritariamente, a quello del rispetto della vita umana e delle altre grandi compatibilità ineludibili: l’ambiente, la dignità della persona, i diritti civili di base. Insomma: non solo il profitto, ma prima di esso, l’uomo." G R A Z I E per averlo ricordato...e speriamo che qualcuno ai piani "alti" faccia sua la battaglia per riportare al centro la persona, offrendoci un'alternativa a coloro i quali invece si dedicano al suo calpestamento quotidiano.

 
10/05/2011 - la capacità di equilibrio, un'altro valore raro (LUCIANO VIGEVANO)

questo articolo dovrebbe meritare la prima pagina dei giornali che veramente vogliono fare opinione seria! Un'opinione di grande equilibrio (ormai sempre più raro) tra la denuncia di un comportamento gravissimo e vergognosamente insensibile ai valori diversi dall'esasperazione egoistica (anche questi sempre più rari)e la dignità di chi dovrebbe saper fare dell'equilibrio l'alto contenuto della propria professionalità. E' altrettanto vergognoso infatti che un giudice finga di non conoscere le basi elementari del diritto per (ancora una volta) piegarsi al compiacimento popolare della politica di bassa lega. LUCIANO VIGEVANO

 
10/05/2011 - riflessioni (francesco taddei)

"deplorevole applauso" sono parole che non rendono bene la gravità della situazione.è sconcertante vedere che le sole critiche a quell'applauso, oltre che dai parenti delle vittime vengano dal mondo leghista. starò molto attento ai prossimi discorsi del presidente