BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

INDAGINE/ Come sarà il lavoro nei prossimi cinque anni?

LUCA VALSECCHI ci parla di un’indagine che verrà presentata sul futuro del lavoro nei prossimi cinque anni in Italia, che potrà essere spunto di importanti riflessioni

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica

In quali settori si svilupperà l’economia italiana nei prossimi cinque anni? Quale sistema di contrattazione prevarrà per la regolazione dei rapporti di lavoro? Quali le forme organizzative prevalenti? Le imprese sapranno aggregarsi? Come cambierà il rapporto individuo organizzazione? Il lavoro sarà vissuto solo come “fatica” o, soprattutto, come “realizzazione individuale”?

Questioni non da poco, che interpellano persone, imprese, istituzioni, terze parti. Argomenti ai quali è difficile sottrarsi se si possiede un’azienda, se si cerca un lavoro o lo si vuole mantenere, se si hanno responsabilità sociali e istituzionali o, semplicemente, se si vive con impegno il proprio compito di costruzione di quel pezzettino di realtà che ci è consegnato ogni giorno.

Questioni probabilmente fondamentali da conoscere, soprattutto per manager e imprenditori, in un contesto economico e sociale in così rapida evoluzione, sulle quali il contributo di informazioni specifiche e del giudizio di personalità importanti può essere decisivo.

Queste, dunque, le principali domande a cui il 16 maggio Gi Group Academy cercherà di rispondere, presentando un’indagine condotta con la collaborazione di OD&M Consulting e finalizzata a rilevare le principali tendenze che si verificheranno nell’arco dei prossimi cinque anni sul tema del lavoro. La ricerca, condotta tra ottobre 2010 e febbraio 2011, ha coinvolto 24 personalità di diverse categorie professionali esperte di lavoro ed economia, supportate da tre professori universitari ordinari che hanno presidiato scientificamente l’evoluzione del lavoro secondo le prospettive dell’organizzazione aziendale, quella socioeconomica e quella individuale.

I temi saranno esposti dagli autori della ricerca e verranno poi affrontati con l’aiuto di Bernhard Scholz, Presidente delle Compagnia delle Opere, Giuliano Cazzola, Vicepresidente della Commissione Lavoro alla Camera dei Deputati, Gigi Petteni, Segretario generale Cisl Lombardia, Pierangelo Albini, Vice Direttore Relazioni Industriali, Sicurezza e Affari Sociali Confindustria, Stefano Colli Lanzi, amministratore delegato di Gi Group e Presidente Gi Group Academy.

Le informazioni divulgate e i punti su cui verranno intervistati gli ospiti del convegno organizzato dalla fondazione Gi Group Academy saranno estremamente pratici e costituiranno l’esito di un lavoro in cui il contesto e i principali fattori costitutivi del mercato del lavoro italiano saranno stati profondamente esaminati, così da poter essere chiaramente rappresentati nella loro decisività.