BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ 2. La nuova legge che aiuta i giovani a trovare lavoro

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica

L’articolato che sarà discusso alla prossima Conferenza Stato-Regioni è quindi un testo largamente condiviso con tutti i soggetti coinvolti. Costruito a partire dall’esperienza concreta degli ultimi otto anni, che hanno permesso di individuare le rigidità e le complessità burocratico/amministrative che hanno sempre ostacolato il decollo dell’apprendistato. Le novità di questa riforma vogliono proprio superare quegli scogli, razionalizzando e asciugando la norma per renderla più facilmente applicabile e comprensibile da lavoratori e imprenditori.

I dati sulla disoccupazione giovanile non permettono di scherzare e non lasciano spazio a pretestuose discussioni ideologiche o politiche. Né si risolvono problemi di tale importanza a parole o con le sole buone intenzioni. In gioco c’è la semplificazione e la solidità dei canali di ingresso dei giovani nel mondo del lavoro.

Un migliore apprendistato è innanzitutto una possibilità in più per quei ragazzi che non trovano dove mettere alla prova i propri talenti e la propria voglia di incidere sulla realtà. Per questo c’è da augurarsi che la riforma vada in porto velocemente.

© Riproduzione Riservata.