BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

LAVORO/ Istat: retribuzioni contrattuali in aumento a giugno

Foto ImagoeconomicaFoto Imagoeconomica

Nel settore privato è in vigore l’83,2% dei contratti monitorati, con quote molto differenziate per attività economica: la copertura è del 100% per il settore agricolo, del 97,4% per l’industria e del 67,6% per i servizi privati. Per quel che riguarda il settore pubblico, a partire da gennaio 2010 tutti i contratti sono scaduti e rimarranno tali in ottemperanza alle disposizioni di legge sul blocco dei rinnovi.

L’indagine sulle retribuzioni contrattuali permette di calcolare la quota dei contratti collettivi nazionali di lavoro che resterebbero in vigore nel semestre successivo nell’ipotesi di assenza di rinnovi. L’incidenza dei contratti collettivi in vigore rilevata a giugno 2011 non muterebbe nel semestre successivo, rimanendo costante al 61,0% per il totale economia e all’83,2% per il solo settore privato.

© Riproduzione Riservata.