BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

LAVORO/ Mezzo milione di giovani disoccupati in più in un anno

Il gruppo di studio Datagiovani ha pubblicato oggi alcuni dati sulla disoccupazione giovanile relativi al 2010 davvero preoccupanti per il nostro Paese

Foto ImagoeconomicaFoto Imagoeconomica

Il gruppo di studio Datagiovani ha pubblicato oggi dati sulla disoccupazione giovanile relativi al 2010 davvero preoccupanti per il nostro Paese. In particolare, emerge che oltre 400.000 giovani lo scorso anno hanno perso il posto del lavoro che avevano nel 2009.

Il centro di ricerche Datagiovani, studiando come si è evoluta la condizione lavorativa dei giovani al di sotto dei 35 anni dal 2009 al 2010 sulla base dei dati sulle forze lavoro dell’Istat, ha costruito un indicatore che, oltre a stabilire una graduatoria delle regioni in cui il mercato del lavoro giovanile è stato più o meno esposto alla crisi economica rispetto alla media nazionale, permette un confronto anno per anno. L’indice si base su quattro componenti, due “positive”, la capacità di stabilizzazione contrattuale e la creazione di nuovi posti di lavoro, e due “negative”, il rischio di perdita del lavoro e la disoccupazione di lungo periodo.

Emerge quindi che poco meno di 210 mila giovani disoccupati nel 2010 lavoravano nel 2009. A essi vanno però aggiunti i quasi 218 mila ragazzi che sono passati dalla condizione di “occupato” a quella di “inattivo”, o perché si sono rimessi a studiare o perché sono scoraggiati nella possibilità di trovare un altro posto di lavoro. Da rilevare poi che sono circa 686 mila gli under 35 che cercano lavoro da oltre un anno.