BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LAVORO/ L’esperto sui dati Istat: ecco cosa si sta facendo per chi non cerca più occupazione

Foto Ansa Foto Ansa

Ci sono misure speciali invece per le donne? «C’è una misura che ne incentiva l’assunzione nelle aree del Sud, permesso dalla normativa europea proprio perché sono zone che hanno una forte differenza dai tassi di occupazione europea. Sono previsti contratti di inserimento che si rivolgono esclusivamente alle donne disoccupate da più di sei mesi, tra cui indubbiamente le stesse “scoraggiate”. Si sta quindi cercando di offrire più di una soluzione a quello che il dato Istat di cui stiamo parlando evidenzia».

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
15/08/2011 - E' vergognoso che si tiri il can per l'aia! (Silvano Rucci)

In Italia ci sono almeno un milione e mezzo di “scoraggiati”, ovvero coloro che ormai non cercano più lavoro perché già sicuri di non trovarlo. Nel pacchetto proposto dal ministro Sacconi, è previsto anche un giro di vite sugli stage. Molti giovani si scoraggiano di fronte a continui cambi di stage, il cui abuso “è stato trattato nella manovra d’urgenza di questi ultimi giorni.” Bisogna fermare il continuo ripetersi di stage nella vita di un ragazzo, che molto spesso, troppo spesso, rappresenta solo un opportunismo delle imprese. Al di fuori della Manovra del 13 agosto, fuori dal decreto che di fatto ha già concluso l’iter, c’è il rilancio dell’apprendistato che viene ripensato proprio per facilitare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. “Il rilancio viene di fatto reso operativo su tutto il territorio nazionale senza bisogno di ulteriori normative. Si tratta del contratto migliore per i giovani per entrare nel mondo del lavoro”. Commento: L’apprendistato deve essere ripensato per modo che, quando un giovane è stato promosso a scuola ed inoltre ha compiuto il periodo di apprendistato, può e deve lavorare con un contratto a tempo indeterminato! E’ vergognoso che manchi ancora la fiducia e si tiri il “can per l’aia”!