BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

IL CASO/ Quei falsi miti che bloccano ancora il lavoro in Italia

Foto ImagoeconomicaFoto Imagoeconomica

In discussione non c’è, quindi, la legittimità dell’intervento, bensì la sua effettiva praticabilità. Il sindacato eredita dalla manovra spazi di contrattazione e intervento inediti. Innanzitutto a lui, prima ancora che alle aziende, il legislatore ha affidato i reali esiti della riforma. Certo, se l’attenzione si concentrerà tutta sull’articolo 18, vero e proprio tabù del diritto del lavoro italiano (nonostante sia oramai acclarato il nesso tra rigidità in uscita e mancate assunzioni), è difficile prevedere il successo della norma. Ma se il sindacato si accorgerà che l’articolo 8 gli permette di intervenire su materie fondamentali per le imprese moderne quali, soprattutto, le mansioni dei lavoratori, l’inquadramento del personale e la disciplina dell’orario di lavoro, allora non è da escludere che questa norma possa segnare un significativo passo verso la modernizzazione del nostro mercato del lavoro, ancora caratterizzato da una produttività bassissima e da un contenzioso molto diffuso (175.000 nuove cause all’anno, soprattutto a causa di problemi proprio di inquadramento e retribuzione). 

È vero, si tratta di un terreno inesplorato dalle nostre relazioni industriali, cresciute nella convinzione che solo la norma inderogabile di legge possa proteggere il lavoratore. Ma è anacronistico pensare di ingabbiare l’estrema varietà delle situazioni lavorative moderne in un’unica regola nazionale. Uniformi devono rimanere i diritti fondamentali del lavoro, come recita il penultimo comma dell’articolo 8, ma adattabili al singolo caso (innanzitutto aziendale) devono essere le diverse tutele. Questo è ora permesso quando concordato da lavoratori e datori di lavoro. A loro la scelta. 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
21/09/2011 - Il lavoro da noi lo blocca la pressione fiscale! (claudia mazzola)

Un altro bar di proprietà da 40 anni di una famiglia calabrese, non ci sta più dentro e lo ha venduto a dei cinesi. Nella mia zona sono ben 5 locali già lasciati da italiani e presi dai cinesi. Ci sarà un motivo, qualcuno me lo spiega perfavore?