BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ARTICOLO 18/ Cazzola: vi spiego il "giallo" della norma che terrorizza i sindacati

Il tavolo tra governo e sindacati (Infophoto) Il tavolo tra governo e sindacati (Infophoto)

Non credo che vedrà mai la luce del Sole. Sa, l’articolo 18 è considerato un dogma di una specie di religione laica. E, non appena i sindacati si renderanno conto di quello che è successo, ci sarà un putiferio tale che sarà ritirato.

 

Cosa ne pensa il suo partito di tutta la vicenda?

 

In generale, su questioni di questo genere, si ha l’impressione che se ne stiano occupando soltanto il Pd e il governo. Il Pd, d’altro canto, al suo interno è fortemente diviso sulla materia. E, la posizione espressa ufficialmente da Sacconi, in sostanza, è: “Si tratta di una gatta che il Pd si deve pelare da solo. Restiamo a guardare alla finestra, e vediamo che succede.

 

Lei è d’accordo?

Secondo me, il Pdl dovrebbe mettere a punto un’iniziativa coerente con quanto scritto dal governo Berlusconi nella lettera di intenti del 26 ottobre, in cui ci si proponeva di rivedere la normativa relativa ai licenziamenti per motivi economici. 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
13/01/2012 - Mah! (Mariano Belli)

Questo sig.Cazzola proprio non lo capisco. Ha inveito tanto contro l'art.18 ed ora pensa che la cosa più giusta sia quella di abolirlo solo per le aziende fino a 30 dipendenti. Parla di religione laica...ma che è pur sempre preferibile a quella del suo dio denaro....parla di programmi di governo, quando nel programma di governo del suo PDL l'abolizione dell'art. 18 proprio non c'era, mentre c'erano tanti altri impegni con gli elettori (me compreso, pensate un pò) largamente disattesi. Non c'è che dire, un degno esponente del PDL!