BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

PENSIONI/ Esodati. Proietti (Uil): un fondo può "salvarli" con 5-6 miliardi

Vittorio Grilli (Infophoto)Vittorio Grilli (Infophoto)

L’importo di 30 miliardi era riferito a tutto il disegno di legge. Ma il fabbisogno reale, stralciando l’articolo 1, scenderebbe a pochi miliardi. È difficile fare i conti precisi, ma si tratta di una cifra che si aggira intorno ai 5/6 miliardi. Spalmati fino al 2019.

Quelli che il governo stanzierà con il fondo ad hoc foraggiato dalla cessione di asset pubblici di cui ha parlato ieri il ministro Grilli?

Quella prospettata da Grilli è una soluzione plausibile che va nella direzione delle nostre richieste.

Nessuna patrimoniale per coprire i fondi per gli esodati come auspicato dalla Camusso, dunque?

Non serve fare una patrimoniale. Basterebbe, in primo luogo, rimettere dentro il sistema previdenziale quella mole enorme di risorse tolta a dicembre solo per fare cassa, dove rientrano anche i fondi per gli usuranti mai utilizzati. In secondo luogo, occorre una riduzione vera dei costi della politica.

Adesso cosa succede?

Dobbiamo conoscere come verrà concepito nelle norme il fondo ad hoc e vedere come procede l’iter parlamentare. Penso che la Commissione lavoro elaborerà un nuovo progetto eliminando l’articolo 1 del ddl Damiano e dimostrando che il costo è di molto inferiore.

Ci sarà una sciopero generale per gli esodati?

Vedremo strada facendo. Finora la nostra azione decisa di interlocuzione ha dato i primi risultati e siamo fiduciosi che si possa continuare a lavorare in questo modo senza arrivare allo sciopero.

 

(Matteo Rigamonti)

© Riproduzione Riservata.