BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ La "benzina" che fa crescere imprese e lavoro

Foto Fotolia Foto Fotolia

Kenneth Blanchard, nel suo libro Il fattore generosità afferma che “c’è molta gente che dice di avere a cuore le persone, ma in realtà non fa nulla a riguardo. La generosità consiste sostanzialmente nel prendersi a cuore le esigenze altrui per poi agire e soddisfarle. Il tempo viene incontro a un certo tipo di bisogno. Il talento a un altro. Il tesoro a un altro ancora, e il tatto anche. La generosità è questione di equilibrio, è questione di mettere a disposizione tutte le proprie risorse”.

Inoltre, la generosità non proviene dall’azione, ma dall’ascolto, perché non si basa sulla parola ma sul silenzio. Chi parla della propria generosità, non può essere generoso. La pratica del silenzio è la base della generosità e del benessere che questa crea. Perciò il fattore generosità non può essere limitato a una semplice relazione di coppia, uno a uno, ma deve essere estesa ai diversi livelli dell’organizzazione.

La generosità può dunque consentire una migliore speranza di passaggio da un mondo buono a un mondo bello. In questo mondo si inventeranno sempre nuove forme di benessere, di speranza di benessere e di quello che possiamo chiamare il “bellessere”. E tutto questo sarà incentivato dalla crescente consapevolezza della centralità della persona come fine e destinatario dei beni sociali ed economici per uno sviluppo e una crescita sostenibile e al servizio dell’uomo.

© Riproduzione Riservata.