BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PENSIONI/ Esodati. Bobba (Pd): Monti mantenga la parola. Bastano 5 miliardi per evitare una "guerra"

Infophoto Infophoto

Nel frattempo, abbiamo assistito a un balletto di cifre tra il ministro Fornero, la Ragioneria dello Stato e l’Inps. Ognuno ha fornito numeri diversi

Secondo voi, quali sono quelli giusti?

Sostanzialmente, ci siamo attestati sulle valutazioni dell’Inps. Chi, se non l’istituto dispone dei numeri necessari? Ovviamente sappiamo bene che una volta che dovessimo avere a disposizione la platea esatta, occorrerà capire chi, effettivamente, abbia diritto alla salvaguarda. Ci sono casi, ad esempio, di contribuzione volontaria non commensurabili a quelli degli esodati veri e propri.

Arriverà mai un pronunciamento ufficiale sui numeri esatti?

A fronte delle nostre perentorie richieste di una valutazione trasparente dei dati, assistiamo, putroppo, a un atteggiamento da parte del governo tipico di chi preferisce defilarsi per non affrontare il problema. 

Resta la questione della copertura. Secondo il governo manca.

Non c’è bisogno di mettere a disposizione le risorse per tutelare tutti e subito. E’ sufficiente trovare le coperture per gli anni prossimi, a partire dal 2014 e dal 2015, quindi, e delimitare le situazioni più gravi, riservandosi, di volta in volta, una volta che si libereranno altre risorse, di procedere gradualmente fino a salvaguardare tutti i 392.000 lavoratori stimati dall'Inps. Assistiamo, purtroppo, alla continua negazione dell’esistenza della copertura, senza che, contestualmente, vi sia la volontà di indicare alternative. Non mi pare il modo migliore per rispondere all’impegno solenne del presidente del Consiglio. Né la reazione corretta a un dato politico inequivocabile

Quale?

L’intero arco parlamentare, comprese l’Italia dei Valori e la Lega, ha votato il testo in esame alla Camera all’unanimità. Non è possibile ignorare una simile presa di posizione del Parlamento. 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.