BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

PENSIONI/ Rimoldi (Fnp-Cisl): esodati e blocco rivalutazioni, ecco le priorità del prossimo governo

InfophotoInfophoto

Si dovrà superare il blocco delle rivalutazioni. Saranno aumentate del 3% esclusivamente quelle fino a tre volte la minima. Restano fuori, quindi, sei milioni di cittadini. Molti dei quali hanno assegni previdenziali decisamente ridotti. Basti pensare che stiamo parlando di persone che percepiscono assegni di circa 1000 euro netti, per i quali diventa piuttosto problematico sostenere l’aumento del costo della vita. Pensiamo, inoltre, che sia necessario dare risposta al problema della non autosufficienza, che sta ormai diventando un dramma sociale.

Secondo lei, come dovrebbe intervenire l’esecutivo?

Credo che sia necessario istituire un nuovo modello di welfare comunitario, più vicino alla gente, ove il non profit, il terzo settore e l’impresa sociale siano più partecipi nella progettazione, a non si limitino a essere strumenti per intervenire laddove non riesce lo Stato. Ovviamente, considerando le diversità sul piano nazionale, lo Stato dovrà pur sempre garantire i livelli assistenziali minimi, finanziandoli attraverso la fiscalità generale. Ma il resto, va lasciato all'iniziativa della società.

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.