BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

RIFORMA DEL LAVORO/ Fornero: la faremo anche senza l’accordo con i partiti

InfophotoInfophoto

Una battuta non poteva non essere dedicata anche all’articolo 18. Si parlerà anche di quello nel corso delle trattative. La Fornero, per l’ennesima volta, ha ribadito il concetto che non può essere considerato un tabù. Poi, ha ricordato che, in ogni caso, la sua modifica o il suo superamento, saranno fatti unicamente nell’interesse dei soggetti coinvolti. 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
23/02/2012 - Risposta al 1° commento. (Mariano Belli)

Buongiorno, mi permetto di risponderle io : si, ne sono consapevoli, solo che non gliene frega nulla, perchè sanno che è il popolo a non esserne consapevole. E quando ci sveglieremo, tutti, ed accadrà, il rischio grosso è che i buoi siano già scappati....

 
23/02/2012 - Costituzione Italiana (Gloria Medoro)

Ma il Ministro Fornero e il Presidente del Consiglio Monti sono consapevoli che l'Italia e' una Repubblica (non una Dittatura) fondata sul lavoro, e che la Sovranita' appartiene al Popolo anche se oramai non la esercita piu'? E i Partiti sono consapevoli del fatto che, essendo costantemente bypassati in nome di una non ben definita salvezza, possono anche negare la fiducia a questo Governo/Dittatura?