BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

DISOCCUPAZIONE/ Così la riforma Monti-Fornero può farla aumentare

Mario Monti ed Elsa Fornero (Infophoto)Mario Monti ed Elsa Fornero (Infophoto)

Negli anni precedenti il governo non aveva avuto dubbi o grossi tentennamenti nel rifinanziare gli ammortizzatori sociali esistenti, pur riconoscendo, insieme ai sindacati, la necessità di riformare il sistema una volta che la crisi fosse passata. Vero è che l’attesa potrebbe essere molto lunga, quasi “infinita”, ma cambiamenti così repentini dello stato sociale (come quelli già visti in tema di pensioni) potrebbero rivelarsi molto pericolosi. Certo, il sistema potrebbe essere finanziato maggiormente dalle imprese. Ma siamo sicuri che far pagare tutti, compresi artigiani e commercianti, sia la soluzione migliore proprio quando si viene a sapere che un rapporto preparato dal segretariato del Consiglio europeo punta il dito contro l’elevato costo del lavoro in Italia?

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
01/03/2012 - Burocrati stalinisti (Mariano Belli)

"elevato costo del lavoro in Italia..." Prima ci mandano Monti ad alzare tasse già altissime, poi il lavoro costa troppo.... Dato che gli stipendi sono già da fame, facile prevedere l'imminente reintroduzione dello schiavismo.... Ma questi burocrati europei hanno studiato da Stalin? Via dall'europa, viva l'Argentina!