BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

PENSIONI/ Esodati. Centrella (Ugl): per salvarli bastava una patrimoniale

imagoeconomicaimagoeconomica

Centrella, come tantissimi altri, è convinto che il vero motivo per cui si è deciso di varare la riforma sia ben lontano dalle effettive esigenze del Paese e dalle storture del sistema previdenziale: «E’ stato, semplicemente, un modo per fare cassa, per reperire risorse colpendo sempre le stesse categorie: i pensionati e chi deve andare in pensione». Tali risorse, che dovrebbero servire a sistemare i conti del bilancio pubblico, si potevano tranquillante reperire altrove. «Era sufficiente – afferma Centrella – ad esempio, introdurre una patrimoniale».

 

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
16/03/2012 - Pensioni (Giovanna Veglio)

In questo ultimo periodo leggo, mi documento sulle pensioni in quanto essendo nata il sei gennaio 1952 mi sento letteralmente presa in giro dallo stato italiano, dalla Fornero in particolare. Dal settembre 2009 in cassa integrazione sino a dicembre 2011, nello stesso mese sono stata licenziata in quanto l'azienda è fallita. Ora vorrei chiedere a chi dovrebbe rappresentarmi, di che vivrò ora? Possibile che nessuno abbia pensato alle persone che loro malgrado sono nelle mie condizioni? Spero che prima o poi, mi auguro prima qualcuno si accorga di chi sino a ieri viveva dignitosamente, oggi si ritrova davanti ad un baratro e non ha soluzione.