BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RIFORMA DEL LAVORO/ La Cgil promette “guerra”. Camusso: su articolo 18 scompare l’effetto deterrente

Susanna Camusso (Infophoto) Susanna Camusso (Infophoto)

Un’ultima frecciata la Camusso l’ha indirizzata agli altri due sindacati, Cisl e Uil. A suo dire, i sindacati di Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti fino a ieri sera condividevano un’ipotesi comune, che è stata poi abbandonata stamattina. Questo, ha detto la Camusso, è un problema.

Dunque la Cgil non firmerà. E il dissenso verrà verbalizzato. Un modo, secondo Bonanni, per evitare spaccature tra i sindacati. Emma Marcegalia, leader uscente di Confindustria, si augura che l’organizzazione di Susanna Camusso, nonostante il dissenso, si dimostri responsabile.

© Riproduzione Riservata.