BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PENSIONI/ Esodati: Cantone (Spi-Cgil): vi spiego perché la Fornero sbaglia a fare i conti

Infophoto Infophoto

«Dalla verifiche che abbiamo effettuato sul territorio, sono sicuramente più di 300mila. Il governo, quindi, dovrà anzitutto spiegarci, nel dettaglio, come ha recuperato e analizzato i dati». Resta da capire, laddove fosse dimostrato che sono qualche centinaia di migliaia, se la Cgil accetterà che si ponga una pezza al problema consentendo loro di accedere all’Aspi. «L’unica strada accettabile - conclude la Cantone - sarà quella che consentirà loro di godere del rispetto degli accordi precedenti alla riforma».

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
13/04/2012 - tempus regit actum (antonio petrina)

Bene dice la Cantone a far rispettare gli accordi sotto la precedente normativa in quanto per il principio delle disposizioni preliminari al codice civile "tempus regit actum" , principio di civiltà giuridica confermato dalla giurisprudenza e dal legislatore!Gli esodati hanno stretto un patto con le loro aziende (come Poste Italiane), sotto le precedente normativa che consentiva espressamente il pensionamento con i requisiti acquisiti!