BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

PENSIONI/ Esodati e mobilità. Centrella (Ugl): l’indennità da 1.119 euro? Può andare, purché il governo si decida

FotoliaFotolia

Il segretario dell’Ugl ci tiene a sottolineare la disponibilità a non arroccarsi sulle proprie posizioni: «se il governo dovesse  confessarci che non esiste altra soluzione se non quella di dare a tutti non più di 1119 euro, non mi straccerei le vesti per il dirigente che guadagnava molto di più. L’importante è che tutti siano messi nelle condizioni di poter arrivare alla pensione mantenendosi dignitosamente».

Si è calcolato che un’indennità del genere costerebbe attorno ai tre miliardi l’anno. «Non sta al sindacato individuare l’eventuale copertura. Già a suo tempo, in ogni caso, avevamo suggerito di introdurre una patrimoniale per far fronte alle esigenze». Domenica scorsa il sottosegretario all’Economia Gianfranco Polillo aveva liquidato la questione affermando che, essendo cambiate le condizioni a posteriori, gli accordi potevano essere considerati nulli. «Il sottosegretario ha fatto un’ipotesi semplicistica. Non è così che si risolvono i problemi. Del resto, non so come il sistema delle imprese potrebbe reggere all’urto di 350mila lavoratori che d’un tratto tornano al lavoro».

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.