BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL FATTO/ Se il metodo-Volkswagen fa più "ricchi" impresa e lavoratori

Infophoto Infophoto

Questo approccio consente all’azienda di anticipare attraverso un contatto più quotidiano e più diretto con tutti i suoi collaboratori le problematiche che pone il mercato. Come è ben noto, il mercato dell’auto è in crisi nell’ Europa Occidentale ed è chiaro che lavorare insieme per andare a compensare le eventuali inefficienze o gli stravolgimenti del mercato aiuta moltissimo l’azienda a raggiungere i propri obiettivi.

 

Per il lavoratore?

 

Il collaboratore, sia che lavori nell’area della logistica, del marketing o del controllo di gestione, può integrare la propria formazione e la sua competenza professionale con degli strumenti gestionali, poiché l’attività sindacale è proprio questo: uno strumento gestionale.

 

Avete riscontrato delle difficoltà nell’applicazione in Italia di regole, consolidate in Germania?

 

Devo dire che la buona relazione con le nostre rappresentanze sindacali sia esterne che interne che non hanno posto difficoltà, come avviene nelle classiche trattative sindacali di lungo corso, ha aiutato moltissimo. C’è stata sempre la massima disponibilità.

 

È stata anche istituita una Commissione Conciliazione Lavoro e Famiglia: di cosa si occupa?

 

Questa è un’estensione della precedente Commissione Pari Opportunità, già attiva da tempo. L’abbiamo arricchita e si occupa delle possibilità che l’azienda offre al lavoratore di poter gestire al meglio la conciliazione fra la propria vita privata e quella professionale. Dagli strumenti più semplici che applicano anche molte altre realtà come il part-time, il telelavoro o la banca del tempo offre anche strumenti di servizi più orientati al welfare come la lavanderia in azienda, l’auto in leasing, il servizio di take away presso la nostra mensa con costi assolutamente irrisori. C’è anche la possibilità di fare la spesa on line dai nostri uffici con la consegna gratuita. Insomma, tutto ciò che permette al collaboratore di avere più tempo libero per sé e per la propria famiglia una volta usciti dal lavoro.

 

Ci sono dei gap fra le normative italiane su questo argomento e gli intenti della commissione?

 

Non ritengo che esista in Italia una normativa vincolante o qualcosa che vada nella direzione opposta ai nostri intenti.

 

In Germania i lavoratori ricevono dei bonus in base al fatturato dell’Azienda: è così anche in Italia?