BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

Quel rischio-autogol sull'apprendistato in somministrazione

InfophotoInfophoto

Questa ipotesi è stata ora emendata dal Pd e resa non più praticabile. Generando così un grave problema: attualmente, infatti, la somministrazione a tempo indeterminato - unica possibilità residua per la somministrazione di apprendisti - è consentita solo per alcune attività; ne sono invece escluse quelle che rappresentano il 90% della reale potenzialità di utilizzo del contratto di apprendistato. Sarebbe a questo punto assolutamente logico pertanto - quale complemento del divieto all’utilizzo della somministrazione a tempo determinato - sbloccare la fruibilità della somministrazione a tempo indeterminato in tutti i settori a fronte di assunzioni effettuate in apprendistato.

Ma qui la Cgil - che si dichiara favorevole all’apprendistato anche in somministrazione - da un lato è contraria all’uso della somministrazione a termine di apprendisti, dall’altro è altresì contraria, per ragioni esclusivamente ideologiche, alla somministrazione a tempo indeterminato tout court, e per questo sta paralizzando tutto, bloccando in tal modo “l’ultimo miglio”. Fatto davvero imprevedibile, trova nel professor Tiraboschi - paladino dell’apprendistato - un incredibile alleato in questa inverosimile posizione che sostiene un principio in teoria per poi negarne di fatto la praticabilità!

Sul tema in oggetto questo è il punto decisivo che la riforma deve sciogliere: vogliamo diffondere realmente l’apprendistato in somministrazione, liberalizzando per questa tipologia contrattuale la causale della somministrazione a tempo indeterminato? È possibile che né al Pd, né al Pdl i giovani in cerca di lavoro interessino? E che Cisl e Uil non si accorgano di quanto sta accadendo? Qual è, a oggi, il rischio in termini di risultato di questa incredibile vicenda? Che la situazione di immobilismo finisca con l’andare bene a tutti per quieto vivere, proprio perché destinata a non cambiare davvero nulla! Ma così ci troveremmo nell’impossibilità pratica di sviluppare l’apprendistato in somministrazione, con conseguente rallentamento nella diffusione dello strumento e grave tradimento delle premesse della riforma.

Sconfitti i giovani, sconfitte le imprese, sconfitto l’apprendistato, le Agenzie per il lavoro, il Paese! C’è qualcuno a cui tutto ciò importa davvero?

© Riproduzione Riservata.