BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

IL CASO/ C’è una "moneta" che aiuta imprese e lavoro

Nell’attuale contesto competitivo e globalizzato, caratterizzato da incertezza e complessità con un elevato livello di rischio, è importante la fiducia, come spiega FRANCESCO SANSONE

FotoliaFotolia

Nell’attuale contesto competitivo e globalizzato, caratterizzato da incertezza e complessità con un elevato livello di rischio percepito, si avverte una grande difficoltà di scelta e ci si affida così inconsapevolmente a schemi e logiche già acquisite delle quali ci si può fidare; e ogni qualvolta tali schemi risultano confermati, si crea ulteriore fiducia che consolida quella precedente.

La fiducia è pertanto una forma di conoscenza che ci consente di effettuare una qualunque scelta con un minor numero di dati ed è alla base di tutte le transazioni economiche e sociali che quotidianamente vengono effettuate. Infatti, nell’utilizzare il denaro come sistema di pagamento si ripone fiducia nella moneta come riserva di valore. Ma, a ben vedere, il denaro è solo una promessa di pagamento, un mezzo la cui accettabilità, data la natura simbolica del valore, si basa sulla fiducia in chi lo ha emesso.

La fiducia come intangibile asset fa parte del capitale sociale e relazionale, ovvero quel patrimonio di rapporti instaurati tra l’impresa e i suoi interlocutori e sarebbe molto utile intensificare gli investimenti in termini di specifiche attività formative nell’implemento della qualità delle relazioni di fiducia nell’ambito dei contesti aziendali. Infatti, all’interno e all’esterno dell’organizzazione la fiducia crea legami invisibili che uniscono le persone e le imprese e trasformano semplici transazioni in relazioni.

Si ripone fiducia nei sistemi giudiziari, in quelli scolastici, nei sistemi di regole esistenti, nei sistemi di certificazione, nelle istituzioni, ecc. In questo caso si può parlare di fiducia istituzionale o di fiducia sistemica confidence, oppure di fiducia nelle persone trust. In relazione alla confidence, non potendo prendere in considerazione tutti gli avvenimenti che in teoria possono accadere, elaboriamo una aspettativa che si attende venga realizzata. Quando invece creiamo una relazione di fiducia (trust) con un’altra persona, la stessa persona si inserisce in una relazione dalla quale si attende un vantaggio (magari futuro), ma anche di reciprocità, lealtà, e cooperazione. In entrambi i casi la fiducia, nei suoi aspetti di confidence e trust, svolge il ruolo di ridurre l’incertezza, e assicura la persona rispetto alle aspettative concernenti la sua percezione degli avvenimenti possibili.