BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PENSIONI/ Esodati. Bobba (Pd): Monti aveva promesso, ora li salvi tutti

Fotolia Fotolia

«A regime - spiega- , la riforma determinerà un risparmio di 20 miliardi all’anno. Recuperare le risorse sottraendo quota del risparmio previsto è, quindi, la strada principale. E’ possibile, inoltre, bussare nuovamente alla porta degli scudati, dal momento che hanno pagato poco o nulla con Berlusconi e poco più con Monti, godendo di privilegi che non sono mai stati garantiti a nessuno. Infine, è possibile una stretta ulteriore sulle pensioni d’oro». In molti pensano che ulteriori risorse potrebbe derivare dall’intensificazione della lotta all’evasione e, se il governo si deciderà a compiere questo passo, dal concordato fiscale con la Svizzera. «Credo, in realtà, che quei soldi andrebbero restituiti alle famiglie. Quelle con figli e anziani a carico, infatti, pagano, proporzionalmente, più tasse degli altri».

L’ipotesi di azzerare la riforma, suggerita dalla Cgil, è invece del tutto impraticabile. «Il governo ne ha fatto un punto chiave del suo programma e della sua credibilità in Europa per cui dovrebbe dimettersi. Mi pare che, in ogni caso, al punto in cui siamo arrivati, il governo non abbia alcuna intenzione di negare il problema. E’ intenzionato a risolverlo e sta cercando di capire come». 

 

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.