BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ Se la Fornero "va contro" l'Enciclica del Papa

Elsa Fornero (Infophoto) Elsa Fornero (Infophoto)

Se l’espressione del ministro Fornero è stata riportata correttamente e non è stata travisata, come ho spiegato prima concedendo il beneficio del dubbio, sicuramente è in contrasto con la Laborem Exercens dove il lavoro è considerato un diritto naturale.

 

E’ lo Stato che deve garantire questo diritto, o il singolo che deve impegnarsi per trovare lavoro?

 

Per la Chiesa il lavoro è un diritto essenziale perché l’uomo sia veramente uomo, e senza di cui non è tale. L’occupazione va quindi sviluppata a livello sociale, e non solo individuale, con gli strumenti della politica e dell’iniziativa privata. La Laborem Exercens pone delle condizioni precise anche al diritto di proprietà, che non vale in assoluto, ma che deve essere favorevole alla creazione del lavoro. Trova così espressione il primato del lavoro rispetto al capitale, in quanto è il primo a generare il secondo attraverso il risparmio. Al contrario il capitale, se distolto dalla creazione di nuovo lavoro, normalmente va verso posizioni che la Dottrina sociale della Chiesa non valuta in modo positivo. Secondo questa logica, anche l’attuale crisi è nata dal prevalere del capitale e del profitto.

 

Intende dire che Giovanni Paolo II era contrario al profitto?

 

No, Karol Wojtyla era a favore del profitto, ma sosteneva che quest’ultimo non poteva prevalere sul lavoro.

 

Perché il lavoro è considerato così fondamentale dalla Chiesa?


COMMENTI
29/06/2012 - La solita strumentalizzazione de L'Unità (Giuseppe Crippa)

La Dottrina Sociale della Chiesa afferma, come bene ribadisce il professor Troina, che il lavoro è un valore - superiore ad altri valori quali il capitale, la proprietà e la produttività - ma non afferma che il lavoro è un diritto. Quindi, almeno a mio avviso, l’affermazione del ministro Fornero non collide con la dottrina Sociale della Chiesa, e neppure con la Costituzione, che pur ponendolo a fondamento della nostra convivenza civile, non lo definisce come tale.

 
29/06/2012 - Grazie alle giuste spiegazioni nell'intervista. (claudia mazzola)

Il Papa ha anche detto che oggi il diavolo lo troviamo nell'informazione mediatica, con le menzogne. La Fornero non rema contro la Chiesa ma c'è chi ci marcia sulle sue affermazioni.